“I Ciclisti” (di Gianni Micheloni): La meraviglia della poesia monovocalica 2

Vidi i ciclisti
in bici sì vivi
lì vidi tristi
di bici privi.


Vidi i ciclisti
di giri in giri
dirsi i difficili
«Ci si ritiri».


Rividi i mitici
ripidi clivi,
i visi tipici
di bimbi schivi.


Vidi i ciclisti
sfiniti, vinti
li vidi irrisi
in bici, spinti.


I divi vidi
di dì finiti
cinti di mirti,
intimiditi.


Li vidi lividi
di gin intrisi
dirti i bisticci
i tifi divisi
i fischi, i gridi,
i liti, i lividi,
gli sprint, i brividi,
i tiri viscidi
di Giri mitici.


Mi dissi: scrivi,
scrivi di bici,
scriviiiiii, mi dissi!

Gianni Micheloni – “I Ciclisti”

Lascia un commento