Alessandro Mantini — #Reporting #Sostenibilità ed #Economia Civile

AutoreAlessandro

Da oggi sono un professionista certificato GRI (Global Reporting Initiative)

Al rientro dalle vacanze estive mi fa piacere condividere con tutti voi questo mio traguardo formativo e professionale.

A partire dal 20 Agosto (a seguito del superamento di un esame di proficiency sulla conoscenza e l’utilizzo degli standard GRI di reporting di sostenibilità) sono un professionista certificato dal Global Reporting Initiative (GRI).

Vorrei ringraziare in questa sede il Gruppo Mediaset per avermi dato l’opportunità di frequentare l’efficace corso di preparazione al GRI Standards Exam organizzato da Deloitte Italia, dimostrando ancora una volta il suo commitment per una gestione d’impresa sostenibile.

Il Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale: è online il video di presentazione della settima edizione

In attesa di prendere parte all’evento, il comitato organizzatore del #CSRIS ha pubblicato un video di presentazione che sintetizza in pochi minuti i concetti chiave sul Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale: che cos’è , a chi si rivolge, quali saranno i temi affrontati nell’edizione di quest’anno e il percorso che ci ha portati fin qui.

Godetevi il video. E non dimenticatevi come sempre di prenotare le vostre agende!

Baricco, la società civile e la gestione della mutazione (recensione de “I barbari”)

Quando parlo di libri, o anche semplicemente di uno specifico libro come in questo caso, mi piace raccontare non tanto il suo contenuto quanto l’occasione che ha generato l’incontro tra lui e me ed indirettamente tra me e la persona che l’ha scritto.

Si tratta spesso di storie curiose, singolari, originali, che molto spesso hanno a che fare con il caso o con l’entità che si cela dietro questo termine fin troppo abusato.

La storia di oggi però, al contrario di quelle che l’hanno preceduta, non è di per sé particolarmente avvincente. Definirei questa come una “lettura di transizione”, una sorta di passaggio “obbligato” suggerito dall’autore nell’introduzione ad un suo più recente saggio (intitolato “The Game”) in cui sottolinea l’esigenza di novellare e rivedere il lavoro svolto 10 anni prima al momento della stesura di questo “I barbari (saggio sulla mutazione)” che ora si trova sulla mia scrivania.

Continue reading “Baricco, la società civile e la gestione della mutazione (recensione de “I barbari”)”

UMS (UMARELL MEETS SUSTAINABILITY) – episodio 1 – L’IMPATTO AMBIENTALE DELLA BORRACCIA

Questo post sarà il primo di una rubrica che uscirà tutti i martedì dal titolo (provvisorio) “Umarell meets Sustainability“.

Ho pensato che scrivere di sostenibilità per gli umarell fosse una cosa interessante e a suo modo utile.

Già… ma chi sono gli umarell?

Continue reading “UMS (UMARELL MEETS SUSTAINABILITY) – episodio 1 – L’IMPATTO AMBIENTALE DELLA BORRACCIA”

CI SALVEREMO CON O SENZA PUNTI DI DOMANDA?

“Questo Paese non si salverà, la stagione dei diritti e delle libertà si rivelerà effimera, se in Italia non nascerà un nuovo senso del dovere.”

(Aldo Moro)

Da questa frase Ferruccio De Bortoli prende lo spunto per la lunga e seminale riflessione contenuta in questo libro che in una parola definirei come un testo “contemporaneo”. Contemporaneo sotto molti punti di vista:

Continue reading “CI SALVEREMO CON O SENZA PUNTI DI DOMANDA?”

ALESSANDRO MANTINI NELLA RETE DEGLI INFLUENCER PRIORITALIA

Ho il piacere di comunicarvi che da oggi faccio parte della rete degli Influencer PRIORITALIA.

Ho aderito alla call di Prioritalia perché ritengo che l’innovazione e la ricerca di nuovi percorsi di sviluppo (talvolta insoliti e apparentemente spregiudicati) nel solco della nostra tradizione imprenditoriale sia la strada giusta da percorrere per uscire da questo momento di “passioni tristi” (come ben le ha definite Antonio Calabrò).

Ho aderito perché ognuno di noi in questo frangente ha il diritto e il dovere di dare il suo contributo.

Ho aderito perché questo invito viene da un’organizzazione generativa ed inclusiva che sono certo sarà in grado di incanalare alcune tra le migliori energie di questo paese.

Continue reading “ALESSANDRO MANTINI NELLA RETE DEGLI INFLUENCER PRIORITALIA”

art + b = love? (16-19 Maggio 2019, Ancona)

Il festival art+b=love(?) è un evento singolare che merita di essere approfondito, conosciuto e diffuso.

Questa quattro giorni anconetana (giunta alla sua terza edizione) mira a proporre ed innescare un cortocircuito affascinante tra l’arte e gli altri saperi umani.

In un momento storico come quello attuale, caratterizzato dalla stasi e dalla stagnazione dei sistemi economici e politici in Italia ed in molti altri paesi occidentali, l’innovazione e la ricerca di nuovi percorsi e di nuovi modi di fare impresa (e più in generale di fare società) non può prescindere e deve anzi trovare delle modalità di contaminazione con il mondo dell’arte, con una filosofia che per sua natura si astrae dall’hic et nunc e che attraverso il processo creativo propone dei modelli di interpretazione del reale e di problem solving tanto efficaci quanto spesso distanti da quel senso comune che si forma con gli anni e l’esperienza.

Continue reading “art + b = love? (16-19 Maggio 2019, Ancona)”

VAMPIRI SOCIALI

Te lo dicono tutti ultimamente che una delle cose fondamentali da fare per potersi risparmiare tanti mal di pancia nella vita è mettere dei paletti.

Le persone brave, quelle che hanno capito tutto e ti spiegano come si fa, sentenziano che a differenza tua loro hanno saputo mettere al momento opportuno un paletto. Ne hanno messo uno ad esempio con la moglie (o con il marito). Poi ne hanno messi un paio con gli amici (specie quelli più importuni e molesti). E visto che ne avanzavano un po’ ne hanno piazzato uno anche con il fratello, la sorella, il padre, la madre… Per non parlare della foresta di paletti che hanno piantato intorno ai figli (di solito due perché, anche su questo argomento, ad un certo punto hanno dovuto mettere un paletto).

Continue reading “VAMPIRI SOCIALI”

FESTIVAL NAZIONALE DELL’ECONOMIA CIVILE 2019 (Firenze, 29-31 Marzo 2019)

Manca poco più di una settimana ad uno degli eventi più interessanti nel panorama della sostenibilità e dell’economia civile in Italia.

Il Festival Nazionale dell’Economia Civile (quest’anno alla sua prima edizione) che si svolgerà a Firenze (presso il Salone del Cinquento di Palazzo Vecchio) dal 29 al 31 Marzo è un’iniziativa che nasce dalla collaborazione di Federcasse, NeXt e SEC (Scuola di Economia Civile) figlia dell’omologa manifestazione (il Festival dell’Economia Civile) che da tre anni a questa parte si è svolta a Campi Bisenzio.

Continue reading “FESTIVAL NAZIONALE DELL’ECONOMIA CIVILE 2019 (Firenze, 29-31 Marzo 2019)”

IL NUOVO MODELLO DI IMPRESA CIVILE (Milano – 12 Marzo 2019)

Un evento di particolare interesse in attesa ed in preparazione al Festival Nazionale dell’Economia Civile ci viene offerto in questi giorni da il Quinto Ampliamento (associazione che promuove le teorie e le best practice di economia civile nel solco della tradizione imprenditoriale di Adriano Olivetti) in collaborazione con il Politecnico di Milano.

Continue reading “IL NUOVO MODELLO DI IMPRESA CIVILE (Milano – 12 Marzo 2019)”

FESTIVAL DELLA CRESCITA 2019: Smart City, Crescita e Alfabetizzazione Digitale

Giunto già al suo terzo anno di vita, il Festival della Crescita (progetto curato e realizzato dal Future Concept Lab di Milano) ha dato vita ad una serie di interessanti eventi ed iniziative apparentemente eterogenee idealmente riunite sotto l’egida della crescita felice.

Continue reading “FESTIVAL DELLA CRESCITA 2019: Smart City, Crescita e Alfabetizzazione Digitale”

IL SALONE DELLA CSR E DELL’INNOVAZIONE SOCIALE (edizione 2019)

Il Salone della CSR e dell’Innovazione sociale (#CSRIS) giunge quest’anno alla sua settima edizione.

Questo evento dedicato alla sostenibilità che di fatto si attesta come uno dei più importanti (se non il più importante) nel panorama italiano si è consolidato negli ultimi anni non solo per effetto del crescente interesse sui temi trattati ma anche grazie al costante lavoro di valorizzazione e promozione del suo gruppo promotore che può contare fra gli altri l’ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile), lo UN Global Compact Network Italia e l’Università Bocconi.

Continue reading “IL SALONE DELLA CSR E DELL’INNOVAZIONE SOCIALE (edizione 2019)”

“FACCIAMO GOAL!”: il Muse e gli SDGs per le scuole

«Bella teoria… Ma poi in concreto che cosa si può fare per arrivare ad un cambiamento di queste proporzioni?».

Una domanda di questo tenore mi è stata posta qualche tempo fa durante una delle mie presentazioni sui temi della sostenibilità e dell’economia civile. La mia risposta (forse un po’ scontata) è stata che bisogna prima di tutto educare le nuove generazioni, farle crescere all’ombra di un’ideale di bellezza e di bene comune piuttosto che di piacere individuale. Questo ovviamente non tanto per risolvere ora e all’istante problemi più grandi di noi quanto invece per avere la certezza che qualcuno in un futuro prossimo possa raccogliere e far sviluppare quello abbiamo seminato oggi.

Continue reading ““FACCIAMO GOAL!”: il Muse e gli SDGs per le scuole”

ENTERPRISE RISK MANAGEMENT E RISCHI ESG: una guida applicativa

In questi anni le aziende hanno sviluppato ed accumulato un numero piuttosto ingente di compliance. Per questo motivo accade che la stessa entità o lo stesso dipartimento si trovi piuttosto spesso a porre le stesse domande agli stessi interlocutori per soddisfare le richieste di due diverse procedure.

Di qui la necessità che queste pratiche siano armonizzate non solo per efficientare i processi di staff ma anche e soprattutto per evitare che si generino incongruenze tra gli output dell’una e dell’altra procedura.

Continue reading “ENTERPRISE RISK MANAGEMENT E RISCHI ESG: una guida applicativa”

DICHIARAZIONE SULLE INFORMAZIONI DI CARATTERE NON FINANZIARIO E RUOLO DELL’INTERNAL AUDIT (paper Aiia febbraio 2018)

Vi segnalo la pubblicazione di questo interessante paper ad opera dell’Aiia (Associazione Italiana Internal Auditors) dal titolo “Dichiarazione sulle informazioni di carattere non finanziario e ruolo dell’Internal Audit”.

Continue reading “DICHIARAZIONE SULLE INFORMAZIONI DI CARATTERE NON FINANZIARIO E RUOLO DELL’INTERNAL AUDIT (paper Aiia febbraio 2018)”

ECONOMIA CIVILE E SOSTENIBILITÀ: LA NOSTRA EREDITÀ PER COSTRUIRE IL FUTURO (Rotary Club Milano Fiera – 30 Gennaio 2019)

Ieri sera ho avuto l’opportunità di raccontare i temi dell’economia civile e della sostenibilità ai soci del Rotary Club Milano Fiera nell’ambito della mia presentazione dal titolo: “Economia Civile e Sostenibilità: la nostra eredità per costruire il futuro”.

Continue reading “ECONOMIA CIVILE E SOSTENIBILITÀ: LA NOSTRA EREDITÀ PER COSTRUIRE IL FUTURO (Rotary Club Milano Fiera – 30 Gennaio 2019)”

CONVEGNO DELOITTE – IFRS 16: LE PROBLEMATICHE DI IMPLEMENTAZIONE (28 NOVEMBRE 2018)

La scadenza per l’adozione del nuovo principio contabile internazionale IFRS 16 (relativo ai leasing ed ai contratti di locazione) da parte dei preparers è dietro l’angolo. All’alba del day one ancora molti sono gli interrogativi di carattere tecnico legati all’implementazione di questo principio. Aspetti che vanno al di da della mera recognition dei contratti e della valutazione degli effetti sul conto economico e che riguardano maggiormente l’assurance delle routine di calcolo e la gestione ongoing delle variazioni contrattuali.

Continue reading “CONVEGNO DELOITTE – IFRS 16: LE PROBLEMATICHE DI IMPLEMENTAZIONE (28 NOVEMBRE 2018)”

LE VIE DEL CAPOLAVORO

L’appuntamento con la due giorni eporediese de Il Quinto Ampliamento (associazione che promuove le teorie e le best practice di economia civile nel solco della tradizione imprenditoriale di Adriano Olivetti) è confermato anche quest’anno.

A seguito degli incoraggianti risultati del 2017 (in termini di pubblico e di interesse nei confronti dei temi trattati) il prossimo 9 e 10 Novembre soci, imprese, rappresentanti istituzionali e studenti si ritroveranno per approfondire il tema: “Il lavoro civile nel cambiamento: problemi, felicità, futuro”. La convention (alla quale prenderanno parte, tra gli altri, il prof. Stefano Zamagni, Michele Trimarchi, Antonio Calabrò e Tito Boeri) sarà come di consueto l’occasione per discutere dei temi dell’economia civile e di un possibile ed auspicabile nuovo approccio alla finanza ed ai mercati a fronte della crisi economica su scala globale e della necessità di intraprendere con modalità etiche e sostenibili.

Continue reading “LE VIE DEL CAPOLAVORO”

COMP-E-TENZA

Mi sto accorgendo sempre più spesso che l’incompetenza di taluni nell’approccio con i computer (siano essi desktop, laptop, tablet, smartphone o qualsiasi altro device definibile come “diavoleria elettronica”) non è un’incompetenza di carattere squisitamente tecnico. La definirei piuttosto un’incompetenza di interfaccia.

Mi spiego meglio: se sei di fronte ad una porta e ti chiedo di aprirla mi sto appellando alla tua competenza di interfaccia e dunque alla presunzione che trattandosi di un’oggetto di uso comune tu sappia che per aprirlo è necessario tirare una maniglia.

Continue reading “COMP-E-TENZA”

IMPEGNO (È) RISULTATO?

Premiare l’impegno o premiare il risultato?

Troppo spesso queste due fattispecie vengono a mio avviso confuse. Provo a ragionare con qualche esempio pratico:

Secondo voi un giovane nei suoi studi deve essere incoraggiato e valutato positivamente perché ha effettivamente appreso le nozioni necessarie ed ha sviluppato un suo senso critico? O in assenza di questi elementi esprimiamo il nostro parere favorevole sullo stesso giovane perché ha trascorso ore a cercare di capire (con tutte le migliori intenzioni) cose per le quali non ha particolari inclinazioni o fatica a costruirsi delle basi solide?

Continue reading “IMPEGNO (È) RISULTATO?”

DESIGNING ON UTOPIAS: TAKING A LESSON FROM ARCHITECTURE

Often, when we talk about the implementation of IT tools and applications for finance, we use terms borrowed from the lexicon of architecture. For instance, phrases such as “infrastructure design,” “interface design,” “user experience,” or “database architecture” all have roots in architectural design.

Designing a building and designing an IT system have far more in common than might appear at first glance. Both activities carry great responsibilityand imply the creation of an object (tangible in the one case, intangible in the other) that will be used by hundreds of people in order to meet their own needs. Additionally, both activities should be carried out flawlessly, by leveraging all available knowledge and technology and involving specialized professionals who can best understand the needs of their respective audiences.

Continue reading “DESIGNING ON UTOPIAS: TAKING A LESSON FROM ARCHITECTURE”

LA CULTURA SI PUO’ ACCOMODARE. IL COMMERCIO NO.

Poltroncine, sedie, divanetti e affini all’interno delle librerie. E’ una profonda ed ingiusta contraddizione.

Comprereste un paio di mutande che sono state provate da un centinaio di clienti? Vi prendereste carico di comprare (a costo pieno, si intende) un indumento carico degli afrori altrui? E anche ammesso che sia così, non chiedereste almeno uno sconto a titolo di rimborso per il servizio lavanderia?

Se non tollerate di comprare mutande usate allora parimenti non dovreste tollerare la gente che legge sui divanetti nelle librerie.

Continue reading “LA CULTURA SI PUO’ ACCOMODARE. IL COMMERCIO NO.”

TEMPI MORTI

“Oh, non ve lo ripeto più, eh!
La vita non è perfetta.
Le vite nei film sono perfette. Belle o brutte, ma perfette.
Nei film non ci sono tempi morti, mai!
E voi ne sapete qualcosa di tempi morti, eh?”

Bonanza

Questa citazione di Bonanza che da inizio a quel capolavoro generazionale che è “Radiofreccia” solo per dirvi che (per quanto possa sembrarvi strano) i tempi morti sono forse la parte più importante della nostra vita.

Continue reading “TEMPI MORTI”

CHIAMATE INDESIDERATE

A volte penso al 2017 che avevo ipotizzato nel 1997: un’era di civiltà in cui sarebbe scomparso il traffico causato dal mercato rionale perché la gente avrebbe fatto la spesa online e comprato la scamorza IGP direttamente dal produttore. Un’era in cui la comunicazione aziendale sarebbe stata improntata secondo delle logiche pull, del tipo che se ho bisogno di un contratto telefonico faccio le mie ricerche e scelgo quello che fa al caso mio (potendo disporre di un’informazione completa ed esaustiva su Internet). Tutto questo con buona pace delle aziende che si sarebbero impegnate a migliorare i propri servizi e a capire quali segmenti di mercato servire piuttosto che rompere i Colleoni alla gente.

Continue reading “CHIAMATE INDESIDERATE”

MICHELANGELO AND THE ART OF THE FINANCIAL REPORTING

magine you’ve gone back in time – to 1512 in Rome. More specifically, you’re standing in the Sistine Chapel, watching the famous artist Michelangelo complete what will become known as “one of the absolute masterpieces of the Western art”.

Michelangelo has been working on the 500-square-meter painting for approximately four years. The work is painstaking and physically challenging. But finally, he is almost finished. You watch as he puts the final touches on an angel wing.

Continue reading “MICHELANGELO AND THE ART OF THE FINANCIAL REPORTING”

CYBERPOLITIK (O POLITICA CIBERNETICA)

Si fa un gran parlare di riscrivere la Costituzione.

Vi propongo un esperimento: prendete le tre leggi della robotica e sostituite la parola “politico” alla parola “robot” ed “elettore” ad “essere umano”. Quello che ne viene fuori, senza dubbio, è la migliore Costituzione del mondo.

1. Un politico non può recar danno a un elettore né può permettere che, a causa del proprio mancato intervento, un elettore riceva danno.

2. Un politico deve obbedire agli ordini impartiti dagli elettori, purché tali ordini non contravvengano alla Prima Legge.

3. Un politico deve proteggere la propria esistenza, purché questa autodifesa non contrasti con la Prima o con la Seconda Legge.

BE LIKE WATER MY FRIEND. A BRUCE LEE APPROACH TO CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT

‘Don’t get set into one form, adapt it and build your own, and let it grow, be like water.
You must be shapeless, formless, like water.
When you pour water in a cup, it becomes the cup. When you pour water in a bottle, it becomes the bottle.
When you pour water in a teapot, it becomes the teapot.
Water can drip and it can crash.
Become like water my friend.’

Bruce Lee

These Bruce Lee’s words have inspired and continue to inspire many martial artists. This concept has its origin in the Taoist philosophy and can be applied to many everyday life situations.

Continue reading “BE LIKE WATER MY FRIEND. A BRUCE LEE APPROACH TO CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT”

IN CASE OF FIRE BREAK GLASS: WHEN YOU MIGHT NEED TO HIRE A SINGLE SYSTEM ADMINISTRATOR – PART I

Corporate Performance Management systems have reached a truly remarkable and complex stage of development. Once relegated to the preparation of consolidated financial statements (very often for compliance purposes), a well-implemented CPM today is now able to manage planning and control processes, interact with business intelligence systems, and manage aspects of Corporate Social Responsibility and Governance, Risk Management and Compliance (GRC), covering a flow of information that ranges from data collection to final reporting for internal and external stakeholders.

All these processes and actors (with as many needs) are involved in the operation of a single system, generating a complexity that somehow has to be managed.

Continue reading “IN CASE OF FIRE BREAK GLASS: WHEN YOU MIGHT NEED TO HIRE A SINGLE SYSTEM ADMINISTRATOR – PART I”

#InternetDay

20 anni fa Internet era ancora troppo giovane. Nessuno credeva che sarebbe diventata un media maturo sul quale poter incentrare il proprio business ed organizzare la propria quotidianità. La cosa curiosa è che nonostante altrove sia così, la maggior parte di noi continua a ragionare come 20 anni fa.

20 anni fa si pensava ai quei poveri vecchietti che non sapevano usare i computer e che sarebbero stati tagliati fuori dalla società. Oggi quelli che pensavano queste cose sono diventati i poveri vecchietti di oggi. E noi continuiamo a pensare ai poveri vecchietti.

Continue reading “#InternetDay”

TRASH-IN TRASH-OUT (PART I)

Justin Gignac is a New York City based artist and entrepreneur. He began selling garbage in 2001 after a co-worker challenged the importance of package design. To prove them wrong, he set out to find something that no one would ever buy, and package it to sell. Looking around the dirty streets of Times Square, garbage was the perfect answer. Twelve years later, over 1,400 NYC Garbage cubes have been sold and now reside in 30 countries around the world.
(from NYC Garbage)

Unlike Mr. Gignac, who has been capable of assembling trash in a fascinating way, by putting it into a cube gives a consistent vision to an apparently chaotic set, financial data (as well as many other things in our ordinary life) work in a completely different way. Continue reading “TRASH-IN TRASH-OUT (PART I)”

L’importanza di educare all’immagine (Recensione di “Critica Portatile al Visual Design”

Mentre pensavo a che cosa scrivere a proposito di questo libro mi è venuto in mente un mio compagno delle superiori durante le interrogazioni.

Nello specifico il malcapitato (estratto a sorte e pena un ignominioso “impreparato” sul registro) quando si trovava suo malgrado a lato della cattedra senza aver minimamente studiato, tentava di trarsi d’impaccio scindendo il termine oggetto dell’insidiosa domanda del professore di turno nelle sue componenti elementari.

Volendo imitare il suo approccio sarei tentato di dirvi che questa “Critica Portatile al Visual Design” anzitutto è una critica, vista nell’accezione più estesa del termine. Non soltanto dunque l’occasione per distinguere ciò che è bene da ciò che è male, ma soprattutto il momento per poter analizzare quelli che sono i temi principali, le tessere di un puzzle (quello del visual design) così esteso e variegato da toccare argomenti talmente eterogenei che meriterebbero ciascuno un approfondimento autonomo ed indipendente. Il testo di Riccardo Falcinelli racchiude una serie di nozioni che spaziano dalla stampa alla pittura, dal design industriale alla fotografia, nel tentativo di fare ordine e di stabilire i confini (seppur sfumati) di ciascuna disciplina. Nel corso della lettura mi è capitato sovente di imbattermi in discorsi e teorie già osservati singolarmente in specifiche pubblicazioni cui l’autore fa espressamente riferimento. Da McLuhan a Manuzio, passando per Munari e Depero, la storia dell’arte antica e contemporanea si intreccia con la rivoluzione industriale e l’avvento del modernismo, in un continuum di cui si intuiscono le specificità ma anche le radici, in cui tutto merita una spiegazione che non sia attribuibile al caso.

Continue reading “L’importanza di educare all’immagine (Recensione di “Critica Portatile al Visual Design””

DUE GRADI E MEZZO DI SEPARAZIONE: il social capital farming di Domitilla

Definire a caldo che tipo di esperienza sia stata la lettura di questo libro rischia di essere in un certo qual modo parziario e riduttivo. Più che una semplice lettura infatti, questo libro può definirsi meglio come un incontro. Uno di quegli incontri che ti lascia qualcosa, ti arricchisce, che pianta un seme e mette un po’ d’acqua e terriccio proprio dove ce n’era bisogno. Un’esperienza insomma che non finisce nel momento in cui arrivi alla fine della narrazione, ma che per qualche strano motivo comincia proprio li, quando cominci a prendere coscienza dei tanti consigli, di quelle tante briciole (come le definisce l’autrice) che Domitilla ha disseminato lungo tutto il percorso che dallo scaffale della libreria ti ha portato al divano di casa tua. Ed è proprio li, non con una certa sorpresa (è il caso di dirlo) che ti ritrovi ad un tratto con tutta una serie di idee che ti frullano per la testa. Idee forse scontate per alcuni, ma che fino ad oggi faticavano ad uscire, in preda forse ad un certo pessimismo dettato dal fare le cose giuste nel modo sbagliato. Continue reading “DUE GRADI E MEZZO DI SEPARAZIONE: il social capital farming di Domitilla”

GLI IN(NO)VATORI

E proprio nel bel mezzo di questo Rinascimento tecnologico, mi trovo ad aver a che fare con la setta degli inNOvatori.

La maiuscola è d’obbligo. Perché al contrario degli innovatori (minuscoli solo nel nome) gli inNOvatori hanno deciso di dire “NO” al progresso (un po’ come Valsoia ha detto “NO” al colesterolo). Una negazione a priori, figlia della convinzione che le cose stanno bene come stanno e che cambiarle non è mai, per principio, una cosa buona.

Continue reading “GLI IN(NO)VATORI”

I LOG DEL DIR (per il futuro cliccate qui…)

Le occasioni per poter leggere un libro sono poche. Le occasioni per leggere un buon libro sono ancora meno. Le probabilità di trovarlo gratis (e legalmente scaricabile) in Rete sono quasi vicine allo zero.

A volte per poter dare un giudizio su di un libro, per poter fare una recensione obiettiva, possono volerci dei giorni. Perché prima di recensirli i libri bisognerebbe leggerli. Non è stato questo il caso. Continue reading “I LOG DEL DIR (per il futuro cliccate qui…)”

DA QUASI VENT’ANNI FERMI ALLO START

So di anticipare questa discussione di poco più di due anni. Ma solo per non fare in modo che qualcuno, a ridosso della scadenza non tiri fuori qualche trucco dal cilindro così, giusto per dire che tutto questo lamentarsi non era in fondo così giustificabile.

Ora, se avete un paio di minuti per potervi fermare a riflettere su cose che non cambieranno la vostra esistenza ma che “minchia, ora che ci penso…”, guardate questo filmato:

Continue reading “DA QUASI VENT’ANNI FERMI ALLO START”

LA PUZZA DI FUTURO (IL FASCINO VINTAGE DEL TECHNORETRO)

Poteva mancare su questo sito l’evergreen del “si stava meglio quando si stava peggio”? So che ne avreste fatto volentieri a meno. Ma non posso esimermi…

Sempre più spesso infatti, mi ritrovo ad assaporare, anzi a centellinare il gusto delle cose “vintage”, retaggio di un passato ormai quasi completamente rimpiazzato dall’incessante quanto auspicabile progresso tecnologico: una passeggiata in Vespa a 50 km/h una marcia dopo l’altra, una partita a “Super Mario Bros” o a “Mike Tyson’s Punch Out” sul piccolo televisore a tubo catodico…

Continue reading “LA PUZZA DI FUTURO (IL FASCINO VINTAGE DEL TECHNORETRO)”